Da Rembrandt a Gauguin a Picasso. L’incanto della pittura: Mostra Rimini

24 Marzo 2009 - 04:03

Qualcuno si domanderà “Qual è la relazione tra Rimini ed i capolavori di Rembrandt, Velasquez, Van Dyck, Tiepolo, Manet, Gauguin, Cézanne, Van Gogh, Monet, Picasso, Matisse?”. E’ una giusta osservazione perché le opere dei sopracitati artisti sono esposte al Museum of Fine Arts di Boston e, anche se sono tutti pittori europei, nessuno proviene dalla ridente località romagnola.

Il nesso esiste e diventerà una bellissima opportunità per tutti gli appassionati di arte del vecchio continente che dal 10 ottobre 2009 al 21 marzo 2010 potranno ammirare i meravigliosi lavori di questi artisti proprio a Rimini. Castel Sismondo, la Rocca Malatestiana nel centro storico della città, infatti, ospiterà per sei mesi alcuni dei capolavori dei più importanti pittori mai esistiti. Il periodo coincide con la decisione, presa dall’importante museo di Boston, di chiudere alcune sale in vista del futuro trasferimento di tutte le opere nella vasta ala firmata dal noto architetto britannico Norman Foster.

L’eccezionale evento “da Rembrandt a Gauguin a Picasso” è seguito da vicino dal noto curatore di mostre d’arte Marco Goldin, promosso dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini e dal progetto Linea d’Ombra Libri. L’unica sede europea di tale imperdibile avvenimento si presenterà come un percorso formato da sei precise sezioni: Il sentimento religioso, La nobiltà del ritratto, L’intimità del ritratto, Nature morte, Interni e Il nuovo paesaggio.

I 65 quadri provenienti dal Museum of Fine Arts di Boston
, in esposizione dal prossimo 10 ottobre nel Castel Sismondo di Rimini, saranno disposti uno accanto all’altro seguendo un particolare significato. Un’occasione speciale per quanti visiteranno la mostra, inoltre, di conoscere ed apprezzare una città ricca di rilevanti testimonianze storico-architettoniche immerse in un contesto pieno di opportunità culturali e di divertimento.

Maggiori informazioni si possono ricevere contattando il numero 0422 308272 o scrivendo all’indirizzo biglietto@lineadombra.it.