Cartoon Club: Festival Internazionale del Cinema d'Animazione e del Fumetto

Il Festival Internazionale del Cinama di Animazione e del Fumetto a Rimini da appuntamento ad appassionati e professionisti dal 10 luglio al 1 agosto.

Cartoon Club: Festival Internazionale del Cinema d’Animazione e del Fumetto

29 Maggio 2009 - 12:05

Nel 1983, durante un’edizione della Rassegna Round dedicata al Cinema Indipendente, dallo scambio di idee ed opinioni tra Paolo Scarponi e Isidoro Lanari nasce l’idea di creare una manifestazione riservata alla produzione italiana di animazione e fumetti. Un’iniziativa che offrisse la possibilità agli eccezionali disegnatori, autori e registi che ci sono in Italia di emergere anche nella propria patria.

Spesso chi intraprende questa carriera, a parte qualche nome noto, deve sbarcare in altre terre per essere apprezzato e poter esercitare la professione. Le produzioni italiane di cartoni animati e fumetti, infatti, conquistano i consensi delle giurie nelle principali manifestazioni internazionali dedicate al settore. Purtroppo, però, in Italia prima della creazione di Cartoon Club non sono nemmeno citate perché non esistono appuntamenti in cui produttori, appassionati e disegnatori si possano incontrare.

Finalmente, il 10 agosto del 1985, nella vecchia pescheria di piazza Cavour a Rimini prende vita la prima edizione di Cartoon Club, un vero e proprio trionfo. Una carrellata di cartoon dei più celebri disegnatori del mondo tra i quali Bruno Bozzetto, Manfredo Manfredi, Fusako Yusaki e tanti altri contraddistinguono il carattere dell’iniziativa. Negli anni l’evento diventa sempre più popolare cambia sedi, prolunga la durata e inserisce nuove sezioni consolidando, così, la sua importanza di contenitore di opportunità e talenti.

Cartoon Club è un momento speciale anche per appassionati e curiosi che possono prendere parte a avvenimenti unici ed ammirare opere originali e di qualità. Nelle giornate dedicate alla manifestazione, inoltre, le strade di Rimini sono invase da giovani mascherati dai più stravaganti personaggi dei fumetti. Cartoon Club, poi, ogni sera strappa sorrisi e gioia ai bambini che accorrono in Piazzale Fellini per assistere ai divertenti cartoni animati trasmessi nello schermo gigante.

Cartoon Club il Festival Internazionale del Cinema d’animazione e del Fumetto
quest’anno si svolgerà dal 10 luglio al 1 agosto 2009 con un calendario ricco di iniziative gratuite. Alcuni tra gli eventi a cui non mancare sono gli imperdibili spettacoli a Castel Sismondo e al Grand Hotel di Rimini, la variegata mostra mercato del Fumetto Comix, l’interessante Cosplay Convention, gli incontri con i fumettisti e i 300 film di animazione.

Gli angoli più caratteristici della ridente cittadina riminese diventeranno singolari cornici a spettacoli e proiezioni dal particolare Chiostro del borgo San Giuliano alla Corte degli Agostiniani fino al Lapidario Romano. Castel Sismondo, inoltre, ospiterà l’evento centrale della manifestazione un incredibile concerto dal vivo che fonde la magia della musica con le emozioni del teatro e la creatività del Fumetto e del Cinema di Animazione.


Ottocento Festival Saludecio

L’Ottocento Festival di Saludecio è l’occasione per calarsi profondamente nel fascino del Medioevo. Spettacoli e musica di intrattenimento e gustosi piatti dell’epoca.

Ottocento Festival Saludecio

26 Maggio 2009 - 11:05

In un borgo dell’entroterra riminese, Saludecio, disposto sulle dolci colline della Valconca si torna indietro nel tempo. In occasione dell’Ottocento Festival chiunque si trovi a gironzolare e a curiosare tra i vicoli e le piazzette di Saludecio i primi giorni del mese di agosto si ritroverà magicamente catapultato in un’altra epoca, quella del XIX secolo.

La struttura del borgo è tipicamente medioevale, infatti, il visitatore inizierà il suo viaggio nel tempo attraversando la maestosa porta Montanara o la monumentale porta Marina. Entrati nel grazioso groviglio di vicoli e stradine, piazze e cortili protetti da imponenti mura, il fumo delle torce che illuminano le vie del borgo, confondendosi con l’odore degli incensi delle bancarelle degli artigiani, creerà una suggestiva atmosfera.

Ad accogliere buffi giullari e allegri musicanti che invoglieranno i passanti a confondersi, con assoluta spontaneità, tra la folla completamente ipnotizzata da luci, colori e musica. Tra i versi di un poeta improvvisato e le acrobazie di spericolati funamboli, salendo per la via principale di Saludecio, qualcuno potrà essere rapito dagli aromi e dagli odori di taverne nascoste pronte ad offrire ai più curiosi i tipici menu dell’epoca.

Il sapore del passato lo si potrà gustare, comunque, in ogni angolo di Saludecio grazie alla curatissima scenografia che dal 6 al 9 agosto 2009 vestirà il grazioso borgo riminese. All’Ottocento Festival laboriosi artigiani mostreranno i trucchi delle arti del Medioevo ed una ricca esposizione di particolarissimi oggetti di ogni genere e materiale da acquistare o solamente ammirare per quanto singolari.

Il cartellone degli spettacoli è generalmente molto assortito e propone piacevoli situazioni di teatro itinerante, di ammalianti danze, di musica popolare e classica e di mirabolanti esibizioni di artisti di strada. L’Ottocento Festival, visitabile anche nel pomeriggio, sprigiona la sua vera essenza al calar del sole, quando la luce soffusa delle torce dona al borgo un aspetto davvero affascinante, e verso le 21 nel momento in cui gli artisti animano il borgo con spettacolari performance. Da non perdere è il progetto nato nell’edizione del Festival datata 1991 e dedicato ai Murales, una mostra a cielo aperto che custodisce le sue opere sui muri delle case di Saludecio.

Per conoscere nei dettagli il programma dell’Ottocento Festival di Saludecio visitare il sito www.ottocentofestivalsaludecio.it


Santarcangelo dei Teatri: Festival Internazionale del Teatro in Piazza

Santarcangelo dei Teatri l’atteso Festival Internazionale per la nuova edizione proporrà spettacoli e performance di artisti da tutto il mondo ispirati alla musica e al teatro.

Santarcangelo dei Teatri: Festival Internazionale del Teatro in Piazza

20 Maggio 2009 - 12:05

Nonostante non possedesse nemmeno un teatro trentanove anni fa Santarcangelo realizzò il primo Festival dedicato al teatro esistente in Italia, il Festival Internazionale del Teatro in Piazza. Con gli anni l’affascinate comune delle colline riminesi si è conquistato l’appellativo di “cittadella del teatro” dal regista e attore teatrale Roberto Bacci.

Santarcangelo, territorio che ha ispirato gli indimenticabili versi di Tonino Guerra e di Raffaello Baldini, grazie al Festival inizia a veder circolare nuovi linguaggi dai quali scaturiscono idee originali e sempre più apprezzate anche da un pubblico meno esperto in materia. Dalle esibizioni spontanee nate nei vicoli e nelle piazze agli spettacoli avanguardisti studiati in location particolari fino a veri e propri eventi multipli che riscoprono le tradizioni gastronomiche, musicali e teatrali di paesi lontani.

Santarcangelo dei Teatri è uno degli appuntamenti più attesi dell’estate perché oltre a proporre qualcosa di unico ed emozionante diviene un vero e proprio momento di confronto tra artisti, pubblico e critici. La nuova edizione chiama l’evento con il nome originale, Festival Internazionale del Teatro in Piazza ma si distingue per diversi fattori.

La direzione artistica è affidata a tre artisti che si alterneranno per i tre anni della durata del Festival che non sarà più solo una parentesi estiva ma che nei mesi invernali produrrà un nuovo circuito internazionale di attività. Dal 3 al 12 luglio 2009 il Festival Internazionale del Teatro in Piazza vedrà la direzione artistica di Chiara Guidi che focalizzerà gli interventi e gli spettacoli sulla sinergia di musica e teatro. La voce che con le sue variazioni timbriche diviene suono sciogliendosi dal valore delle parole e nello stesso momento sottolinea il suo ruolo di comunicatrice.

Alla 39° Edizione di Santarcangelo dei Teatri parteciperanno artisti provenienti da ogni parte del mondo che nella loro personale ricerca del suono, della voce, dell’emozione sperimenteranno vari linguaggi. Le strade, le piazze e nuovi spazi presi in prestito dalla quotidianità, o ristrutturati in occasione del Festival, saranno invasi da suggestivi progetti artistici: danza, video installazioni, arti visive, musica e naturalmente teatro.

Maggiori informazioni: www.santarcangelofestival.com


Campionati Italiani Danza Sportiva Rimini

Coinvolgenti gare di ballo di categorie e stili diversi si terranno nei padiglioni della Fiera di Rimini in occasione dei Campionati Italiani Danza Sportiva.

Campionati Italiani Danza Sportiva Rimini

15 Maggio 2009 - 11:05

Nel 2007 la danza rientra nelle federazioni riconosciute dal Consiglio Nazionale del CONI e da disciplina prettamente artistica diventa danza sportiva con proprie norme, gare agonistiche e competizioni. La Federazione Danza Sportiva regola diversi stili di ballo suddividendoli in due generi principali le Danze di Coppia e le Danze Artistiche.

Nelle ulteriori ripartizioni rientrano i balli più classici e tradizionali come il Valzer, il Rock’n Roll ma anche la Salsa, il Merengue e le danze folkloristiche fino alla Street Dance e a tutte le contaminazioni contemporanee. Le squadre italiane delle varie categorie si sono distinte in diverse occasioni per la bravura e l’impegno dimostrati conquistando titoli e riconoscenze di livello internazionale.

Dal 18 al 28 giugno 2009 è possibile ammirare in emozionanti performance questi campioni del ballo che si sfidano a Rimini in occasione dei Campionati Italiani di Danza Sportiva, il più grande Festival della Danza Sportiva al mondo. Nei quattro padiglioni della Fiera di Rimini riservati all’attesa competizione, in un ambiente ben attrezzato e moderno, si svolgono adrenaliniche sfide sia tra concorrenti della classe amatoriale che quelli della sezione professionisti.

I protagonisti del Padiglione Bianco sono i ritmi e le incredibili esibizioni dell’Hip Hop, della Break Dance e dell’Electric Boogie ai quali seguono le raffinate coreografie della Danza Classica e Moderna e gli originali passi della Disco Fox e del Modern Jazz. Il Padiglione Rosso accoglie, invece, l’allegria del Country , del Tap Dance, la passionalità del Flamenco e le armoniose movenze delle Danze Orientali.

A sorprendere il pubblico della Fiera di Rimini sono sicuramente le discipline del Padiglione Azzurro tra Danze Folk e Danze Filuzziane, tipo di liscio caratteristico della città di Bologna molto importante sia dal punto di vista artistico che sociologico. E come ad ogni Campionato Italiano di Danza Sportiva che si rispetti non può mancare l’eleganza delle Danze Standard, del Liscio e del Ballo da Sala che dal 18 al 28 giugno travolge gli spettatori del Padiglione Verde della Fiera di Rimini.

Per conoscere nei dettagli il programma dei Campionati Italiani di Danza Sportiva visitare il seguente sito www.federdanza.it


Le spiagge del benessere Rimini

Le Spiagge del Benessere a Rimini è un evento ricco di discipline e pratiche che aiutano a ritrovare l’equilibrio interiore tra mente e corpo.

Le spiagge del benessere Rimini

11 Maggio 2009 - 04:05

Ancora una volta protagoniste dell’estate 2009 sono le spiagge di Rimini che si prestano ad accogliere qualsiasi tipo di iniziativa. 34 lidi di Rimini, da Bellaria a Riccione passando per Viserba e Bellariva, diventano dal 15 giugno al 22 agosto le Spiagge del Benessere, luoghi in cui ritrovare l’equilibrio tra mente e corpo grazie ad una serie di interessanti attività.

I programmi degli stabilimenti coinvolti prevedono affascinanti lezioni di danza del ventre e danza dell’ombelico che permettono di acquisire una maggior consapevolezza del proprio corpo e della propria femminilità. In altri lidi, invece, sarà possibile praticare NIA una tecnica nata in America che unisce alla danza e allo yoga anche le arti marziali ed è utile per migliorare la funzionalità dell’apparato cardio-vascolare e la mobilità articolare.

Ad invadere le spiagge riminesi del benessere, inoltre, i ritmi e la cultura africana che emozioneranno i presenti grazie alle entusiasmanti dimostrazioni coreografiche dell’insegnante senegalese Karambà Mané. Le Spiagge del Benessere diventano lo spazio in cui ritrovare l’energia insita in noi, quella soffocata dalla stressante quotidianità. Aree tranquille e rilassanti saranno dedicate all’apprendimento di preziose tecniche della Bio-energetica in grado di liberale il flusso vitale interrotto tramite esercizi e movimenti associati alla respirazione.

Attimi in cui a scandire il tempo sarà il silenzio o le pacate melodie della musica New Age, colonna sonora di creativi Giochi di Energia svolti in comune che andranno ad agire sui livelli emozionale, fisico e mentale. Esperti professionisti, inoltre, saranno a disposizione per presentare alcuni dei più efficaci metodi di cura alternativi tra i quali la Riflessologia Plantare, l’auto massaggio reflessogeno, lo Shiatsu e il Metodo Feldenkrais.

I lidi riminesi coinvolti dall’iniziativa le Spiagge del Benessere offrono l’opportunità di fare esperienza di insolite consuetudini provenienti da culture diverse come il Qi Gong, una pratica della Medicina Tradizionale Cinese adatta a tutti. Oppure l’antica arte marziale cinese, il Tai Chi Chuan, basata su movimenti lenti e circolari che mimano il combattimento con un avversario e richiedono al corpo grande stabilità.

I più coraggiosi potranno provare il viaggio sciamanico e la sensazione che si prova ad accedere a realtà e mondi paralleli raggiungendo uno stato di completo rilassamento dei sensi. Altri partecipanti si potranno dedicare agli esercizi di meditazione e Sound Care o prendere parte ad interessanti conferenze sui fiori di Bach, i cristalli e la comunicazione positiva.

Per conoscere nei dettagli il programma delle Spiagge del Benessere visitare il sito www.lespiaggedelbenessere.it


2 giugno in Romagna: un ponte di eventi eccezionali!

In occasione del ponte del 2 giugno la Romagna diviene una meta ideale per trascorrere piacevoli momenti e partecipare ad eventi interessanti.

2 giugno in Romagna: un ponte di eventi eccezionali!

5 Maggio 2009 - 04:05

In tutte le località della Riviera romagnola la stagione estiva è ormai iniziata e la maggior parte dei lidi è già ben attrezzata ad accogliere turisti ed abitanti della zona. Piacevoli bagni di sole e adrenalinici tornei sulla spiaggia sono all’ordine del giorno conditi da balli di gruppo e tonificanti esercizi di acquagym. Anche se qualche volta il brutto tempo torna a fare visita, in Romagna ci si organizza con divertenti alternative per intrattenere gli ospiti.

Sono numerose, infatti, le iniziative sportive, culturali e musicali che caratterizzano l’estate in Riviera come quelle in programma per il ponte del 2 giugno.

L’acquario di Cattolica le Navi è sempre una meta molto apprezzata ad ogni stagione e si arricchisce costantemente di interessanti novità. Quest’anno in collaborazione con l’Acquario di Genova il parco di Cattolica ospita l’Asilo delle Tartarughe, un ambiente che accoglie i piccoli dei meravigliosi ed indifesi rettili per proteggerli dai pericoli durante la fase più delicata della loro vita e poi reinserirli nell’habitat naturale. Chiunque fosse interessato a visitare lo spettacolare parco può usufruire delle vantaggiose offerte proposte dagli hotel Cattolica.

Gli appassionati di arte e storia, invece, possono recarsi al Museo della Regina ed ammirare Vetus Litus, il considerevole ritrovamento archeologico avvenuto nel 2004 durante la ricostruzione della Darsena. Non lontano dalle principali località della Riviera, Cattolica è anche un ottimo punto di partenza e di soggiorno per raggiungere, ad esempio, Riccione dove in occasione della Festa della Repubblica in piazza Roma si svolge uno storico raduno di auto d’epoca che coinvolge anche noti club.

Oppure Rimini che ad ogni ora propone iniziative originali e coinvolgenti, come l’aperitivo musicale, Watermelon Party, organizzato nel bellissimo giardino dell’Empty Space di San Giuliano il 1 giugno dalle ore 20.00. Percorrendo qualche chilometro in più si giunge a Forlì, città che ospita fino al 21 giugno nei Musei San Domenico una delle più complete esposizioni delle opere del grande Canova.