Santarcangelo dei Teatri: Festival Internazionale del Teatro in Piazza

20 Maggio 2009 - 12:05

Nonostante non possedesse nemmeno un teatro trentanove anni fa Santarcangelo realizzò il primo Festival dedicato al teatro esistente in Italia, il Festival Internazionale del Teatro in Piazza. Con gli anni l’affascinate comune delle colline riminesi si è conquistato l’appellativo di “cittadella del teatro” dal regista e attore teatrale Roberto Bacci.

Santarcangelo, territorio che ha ispirato gli indimenticabili versi di Tonino Guerra e di Raffaello Baldini, grazie al Festival inizia a veder circolare nuovi linguaggi dai quali scaturiscono idee originali e sempre più apprezzate anche da un pubblico meno esperto in materia. Dalle esibizioni spontanee nate nei vicoli e nelle piazze agli spettacoli avanguardisti studiati in location particolari fino a veri e propri eventi multipli che riscoprono le tradizioni gastronomiche, musicali e teatrali di paesi lontani.

Santarcangelo dei Teatri è uno degli appuntamenti più attesi dell’estate perché oltre a proporre qualcosa di unico ed emozionante diviene un vero e proprio momento di confronto tra artisti, pubblico e critici. La nuova edizione chiama l’evento con il nome originale, Festival Internazionale del Teatro in Piazza ma si distingue per diversi fattori.

La direzione artistica è affidata a tre artisti che si alterneranno per i tre anni della durata del Festival che non sarà più solo una parentesi estiva ma che nei mesi invernali produrrà un nuovo circuito internazionale di attività. Dal 3 al 12 luglio 2009 il Festival Internazionale del Teatro in Piazza vedrà la direzione artistica di Chiara Guidi che focalizzerà gli interventi e gli spettacoli sulla sinergia di musica e teatro. La voce che con le sue variazioni timbriche diviene suono sciogliendosi dal valore delle parole e nello stesso momento sottolinea il suo ruolo di comunicatrice.

Alla 39° Edizione di Santarcangelo dei Teatri parteciperanno artisti provenienti da ogni parte del mondo che nella loro personale ricerca del suono, della voce, dell’emozione sperimenteranno vari linguaggi. Le strade, le piazze e nuovi spazi presi in prestito dalla quotidianità, o ristrutturati in occasione del Festival, saranno invasi da suggestivi progetti artistici: danza, video installazioni, arti visive, musica e naturalmente teatro.

Maggiori informazioni: www.santarcangelofestival.com