Riccione Woodstock - un'estate di pace, amore e musica

Una mostra davvero interessante a Villa Mussolini a Riccioni che permette di far rivivere la mitica atmosfera del Festival di Woodstock.

Riccione Woodstock – un’estate di pace, amore e musica

31 Luglio 2009 - 05:07

Ricordate il Festival di Woodstock? Si proprio quello che si tenne nel 1969 in una piccola cittadina degli Stati Uniti, Bethel. Una manifestazione dalla forte carica simbolica forse la più importante per quanto riguarda la storia del rock e dall’indole fortemente pacifista.

Al Festival di Woodstock hanno partecipato i più grandi rappresentanti della musica tra i quali: Janis Joplin, Grateful Dead, Creedence Clearwater Revival, The Who, The Jefferson Airplaine, Joe Cocker, Crosby, Stills, Nash & Young e tanti altri ancora. Dal 15 al 18 agosto, di quel mitico 1969, le pietre miliari del rock suonarono ininterrottamente per quattro giorno davanti ad un pubblico di ben oltre 400.000 persone.

Il Festival ancora oggi viene riproposto con manifestazioni che richiamano sempre nuovi artisti e un grande afflusso di spettatori. L’atmosfera hippy che ha caratterizzato il primo Woodstock, però,  è solo un vago ricordo per chi l’ha provata ed un ideale sospeso nel tempo per chi non ha avuto l’opportunità di viverla. Un’atmosfera  ben lontana dai richiami fortemente commerciali che condiscono gli attuali eventi musicali.

Per fortuna qualcuno ha pensato bene di ricreare un contesto simile e poter respirare nuovamente le emozioni e i sogni di un’intera generazione. Grazie agli oggetti dell’epoca collezionati da Red Ronnie, le magnifiche sculture di Marco Lodola e le affascinanti immagini fotografiche di Pico di una Riccione anni ’60 nasce la mostra Riccione Woodstock. Un’estate di pace, amore e musica.

La pittoresca Villa Mussolini a Riccione accoglie la mostra che celebra il 40° anniversario del Festival di Woodstock fino al 29 settembre. Aperta tutti i giorni dalle 20.00 alle 24.00 la mostra presenta manoscritti, video, dischi, chitarre, interviste e tanti altri oggetti connessi a quell’epoca.

Si possono ricevere maggiori informazioni chiamando il numero 0541 608283.


Moby Cult: Incontri con l’autore

La prestigiosa rassegna di Rimini caratterizzata dalla presenza di celebri personaggi della letteratura e dello spettacolo prende il via il 1 agosto a Piazzale Boscovich.

Moby Cult: Incontri con l’autore

20 Luglio 2009 - 12:07

In una realtà sempre più complessa dominata da valori effimeri e privi di contenuto, caratterizzata da crisi economiche e da una popolazione confusa, diviene fondamentale trattare i problemi che affliggono l’uomo contemporaneo in modo approfondito e con persone esperte.

Come accade ormai da vent’anni a Rimini, in occasione dei rinomati Incontri con l’Autore a Piazzale Boscovich. Moby Cult è una rassegna che ospita noti scrittori, popolari personaggi del mondo dello spettacolo e stimati testimonial che interagiscono con il pubblico. Gli appuntamenti con le celebrità, totalmente gratuiti, sono organizzati quasi ogni giorno alle ore 21.30 dal 1 al 30 agosto 2009 e richiamano abitanti del posto e turisti interessati a ricevere chiarimenti sugli argomenti trattati.

Il pubblico presente è solitamente coinvolto direttamente nelle tematiche affrontate nei libri raccontati a Moby Cult e negli utili dialoghi che nascono dopo la presentazione. Il primo appuntamento si svolge sabato 1 agosto e vede la partecipazione di Paolo Crepet con il suo recente saggio “La gioia di educare” e accompagnato come tutti gli altri da un testimonial.

Il giorno seguente, domenica 2 agosto, Piergiorgio Morosini conduce i presenti nel pericoloso mondo della mafia attraverso le storie inserite nel suo libro, “Il Gotha di Cosa nostra”. Il manuale di Marco Della Luna, “Neuro Schiavi”, lunedì 3 agosto introduce alle tecniche di manipolazione politica, economica e religiosa.

Quello che Vladimir Luxuria racconta nelle storie riunite in “Le favole non dette” riguarda la diversità, un tema delicato che martedì 4 l’autore condivide con tutti i presenti in Piazzale Boscovich. Un personaggio popolare come Alessandro Meluzzi giovedì 6 agosto, grazie al suo nuovo libro “L’infinito mi ha cercato”, porta la testimonianza di una importante esperienza.

La rassegna propone anche argomenti inerenti alla sfera intima e sentimentale dell’uomo di oggi che grazie alla speciale presenza di Willy Pasini, il 19 agosto, offre al pubblico un’analisi dettagliata di come le relazioni siano cambiate. Ad ogni incontro letterati e personaggi di importanza internazionale della musica e dello spettacolo intraprendono una chiacchierata libera e aperta a tutti in cui si considerano fondamentali aspetti dell’esistenza umana.

Altri interventi da non perdere sono il 22 agosto con Sergio Zavoli che presenta il suo prestigioso volume “La parte in ombra”, il 25 agosto con Roberto Vecchioni e il suo “Scacco a Dio”, il 27 agosto Marco Travaglio con “Italia anno zero”, l’intimistico libro di Maria Rita Parsi “Alle spalle della luna” il 23 agosto e tanti altri stimolanti appuntamenti.


Amarcort: Festival di Cortometraggi Rimini

Il Festival di Contometraggi attira registi indipendenti da ogni parte del mondo, per una kermesse di grande interesse artistico e culturale.

Amarcort: Festival di Cortometraggi Rimini

17 Luglio 2009 - 11:07

Un chiaro riferimento al grande Federico Fellini, il geniale Maestro della cinematografia italiana, per il giovane Festival di Cortometraggi intitolato Amarcort giunto quest’anno alla sua seconda edizione. I nessi non sono soltanto con il nome ma soprattutto con la passione per il cinema e l’atmosfera creata dal contesto, la città di Rimini tanto amata dal regista.

Ad ospitare la nuova edizione, l’8 ed il 9 agosto 2009, la bellissima spiaggia di Rimini Terme, in località Miramare, una cornice accogliente ed elegante in cui poter ammirare opere originali e di grande attualità. I protagonisti del Festival sono filmaker provenienti da tutta Italia e dall’estero che presentano cortometraggi di animazione e fiction.

Amarcort si suddivide in due categorie riservate alle pellicole della durata di 17 minuti nella sezione Amarcort e della durata di 4 minuti nella sezione Gradisca. L’organizzazione del Festival vede la collaborazione vincente tra l’Associazione culturale SMArt Academy e la Fondazione Federico Fellini.

Un’iniziativa in grado di offrire opportunità di maggiore visibilità a registi e autori indipendenti che, nonostante posseggano doti e talento davvero apprezzabili, non sempre riescono a raggiungere il grande pubblico. Gli spettatori, invece, parteciperanno ad un evento di elevato spessore culturale e avranno la possibilità di ammirare opere uniche dal contenuto intenso ed emozionate.

Per un approfondimento sui contenuti dell’evento visitare il sito www.amarcort.it


Notti alla Rocca e Cene Medioevali – Verucchio

Alla Rocca Malatestiana di Verucchio spettacoli, rievocazioni storiche, musica, danza, costumi e menu del Medioevo.

Notti alla Rocca e Cene Medioevali – Verucchio

15 Luglio 2009 - 12:07

Siete stanchi delle solite serate festaiole tra cocktail e musica di tendenza? Vorreste provare qualcosa di veramente unico che non abbia nulla a che vedere con i vivaci locali alla moda e gli eventi mondani della Riviera?

Forse, quello che fa per voi è un tuffo nel passato e nelle singolari tradizioni del Medioevo, periodo caratterizzato da indiscutibile suggestione ma anche da numerosi ed irrisolti misteri. Se è così non vi resta che partecipare ad uno degli appuntamenti della speciale iniziativa Notti alla Rocca e Cene Medioevali che si svolge a Verucchio dal 1 al 30 agosto 2009.

Dame di corte, coraggiosi cavalieri, ironici giullari e nobili scudieri vi accompagnano in un insolito viaggio attraverso suoni, colori e sapori di un’epoca lontana. A rendere ancor più tangibile questa esperienza di pura conoscenza è la Rocca Malatestiana di Verucchio, possente struttura ed importante testimonianza medioevale.

Il suo aspetto austero e privo di fronzoli, le sue alte mura e le sue solide pietre donano immediatamente un’atmosfera particolare, arcaica. All’interno della Rocca una musica sconosciuta accoglie i “viaggiatori”, è quella dei sonatori che accompagnano con le loro note il lauto banchetto. Man mano che ci si addentra nelle enormi stanze illuminate con torce e candele la melodia diviene familiare e gradevole.

Gli intensi profumi che avvolgono gli ospiti provengono dalle pietanze e dai piatti disposti armonicamente sulla tavola imbandita per la cena. Aromi e sapori sono sapientemente miscelati tra loro da rinomati chef del territorio secondo le antiche ricette del Medioevo. Una cucina semplice, quella medioevale, costituita da cibi poveri ma genuini ed energici che, in quanto a bontà e ricercatezza, è in grado di sorprendere ogni commensale.

Tra una portata e l’altra ad animare l’attesa un gruppo di ballerine mostra le tipiche danze dell’epoca e, con movenze delicate e soavi, ammalia anche qualche ospite. Purtroppo è ora di tornare ai nostri giorni e abbandonare usi e costumi di un’epoca affascinante e assolutamente da scoprire in ogni sua sfumatura.

Chiunque fosse interessato a provare una tale esperienza può chiamare il numero 0541 670222 per informazioni e prenotazioni.


Rocca di Luna: Giochi in Musica Montefiore

La bellissima manifestazione dedicata alla luna da appuntamento a venerdì 24 luglio 2009 per la nuova edizione ricca di spettacoli di danza, musica, teatro e divertenti giochi.

Rocca di Luna: Giochi in Musica Montefiore

13 Luglio 2009 - 12:07

Nell’entroterra riminese in una delle colline più alte della Valconca, si innalza il delizioso borgo Montefiore, che con la sua antica rocca malatestiana sovrasta l’intero territorio circostante. Tale posizione, immersa in una zona fertile e verdeggiante, in passato ha donato a Montefiore maggior prestigio e sicurezza rispetto ad altri borghi.

Lo charme di questo paese lontano dalla vita chiassosa e festaiola della Riviera lo rende adatto ad ospitare manifestazioni particolari, interessanti mostre ed iniziative artistico culturali. Montefiore, infatti, è di certo il contesto migliore per accogliere un evento dedicato alla luna, affascinante elemento che ogni anno ispira la manifestazione Rocca di Luna.

Ogni edizione è caratterizzata da una tematica che fa comunque riferimento all’enigmatico astro e ad una programmazione che propone sempre nuove ed interessanti situazioni. Il tema dell’edizione di quest’anno è i Giochi in Musica e si svolge dal 24 al 26 luglio 2009. La manifestazione vede la partecipazione di tutta la comunità montefiorese, enti e associazioni che con grande collaborazione curano alcuni dei piacevoli momenti esperibili a Rocca di Luna.

L’organizzazione generale, invece, è seguita dal vincente connubio tra il Comune di Montefiore Conca, Associazione Musicale Praeludium e dalla Polisportiva Montefiorese. Gli scorci e gli angoli più suggestivi del borgo nel periodo della manifestazione saranno animati dalle emozionanti voci di cantanti professionisti, dalle allegre note dei musicisti di strada e le delicate movenze di ballerini provenienti da rinomate Compagnie.

Nei punti più pittoreschi del paese si alterneranno dieci spettacoli dall’impronta decisamente etnica realizzati da compagnie provenienti da differenti parti del mondo. Esibizioni che uniranno diverse forme espressive la danza, la musica, il teatro e naturalmente il gioco che coinvolgerà tutti i partecipanti in divertenti attività. Protagonista indiscussa delle serate sarà la magnifica rocca nella quale si svolgerà uno strepitoso Musical che prende spunto dal celebre romanzo di Gaston Leroux “Il fantasma del’opera”.

Rocca di Luna diventa un appuntamento imperdibile, non solo per i bellissimi spettacoli che compongono la manifestazione, ma soprattutto per la grande occasione di poter finalmente visitare la rocca fino all’ultimo piano dopo i lavori di restauro.


Riviera Beach Games: le Olimpiadi dei Giochi da Spiaggia

Una serie di emozionati gare sportive delle più svariate discipline sulle spiagge più popolari della Riviera Romagnola dal 30 luglio al 2 agosto.

Riviera Beach Games: le Olimpiadi dei Giochi da Spiaggia

10 Luglio 2009 - 10:07

La spiaggia diventa il luogo ideale in cui soddisfare tutte quelle esigenze che sopraggiungono con l’estate. La sensazione di caldo che porta a scoprirsi, la luce del sole che rende più gioiosi e attivi e le giornate più lunghe che invogliano a vivere all’aperto.

Un vero inno ad una vita più sana e meno stressante che si completa con una divertente pratica sportiva in grado di coinvolgere giovani, bambini e adulti. La Riviera Romagnola, da sempre dotata di intuito ed innovazione, porta nelle spiagge delle sue più note località il Riviera Beach Games: le Olimpiadi dei Giochi da Spiaggia.

Da Cattolica ai Lidi di Comacchio un’iniziativa davvero esplosiva dedicata agli amanti dello sport e non solo durante la quale si può assistere a travolgenti competizioni tra campioni delle più svariate discipline sportive.

Protagonisti della vivace manifestazione non sono solamente i classici sport da spiaggia che, comunque, regalano al pubblico eccitanti tornei di beach tennis, beach volley e beach soccer. Al Riviera Beach Games, infatti, compaiono nuove ed effervescenti attività come il Footvolley, oppure affascinanti e particolari come il Tae Kwon Do, energiche e movimentate come il Rugby ma anche più pacate e curiose come la gara di biglie.

Dal 30 luglio al 2 agosto 2009 le spiagge della Riviera Romagnola si trasformano in insolite “cittadelle dello sport” dove tutti possono trovare la disciplina sportiva che più appassiona e prenderne parte in qualità di spettatore entusiasta o grintoso competitore.

Il sito www.rivierabeachgames.it offre maggiori informazioni sull’evento e sulle possibilità di partecipavi.


Happy Hour Estivo con Radio Deejay a Riccione

I mitici conduttori di Radio Deejay saranno a Riccione in Piazzale Roma dal 6 luglio al 22 agosto con la loro allegria e tanti graditi ospiti.

Happy Hour Estivo con Radio Deejay a Riccione

7 Luglio 2009 - 03:07

La popolare emittente radiofonica sbarca a Riccione per animare i pomeriggi e le serate di turisti ed abitanti che avranno l’occasione di ascoltare buona musica e divertenti sketch realizzati dai conduttori di Radio Deejay.

Piazzale Roma, ai piedi del ben noto Viale Ceccarini, diventerà la sede estiva di Radio Deejay, esattamente dal 6 luglio al 22 agosto, sede dalla quale saranno passate le più ascoltate trasmissioni. Il primo a partire sarà il duo formato da La Pina e Diego, una coppia frizzante che oltre a selezionare i brani più di tendenza dell’anno divertiranno il pubblico di Riccione con spassosi commenti.

La Pina e Diego saranno a Piazzale Roma tutti i giorni dal 6 luglio al 1 agosto dalle 18.00 alle 20.00. Il periodo che va dal 3 al 15 agosto, invece, è a disposizione dell’accoppiata vincente e brillante, Federico Russo – Marisa, che ogni giorno dalle 17.00 alle 20.00 terrà compagnia con la sua spontanea vitalità.

Chi si troverà nella zona di Riccione dal 17 al 22 agosto avrà l’opportunità di conoscere dal vivo quella che fino ad ora era solo una sensuale voce. Vittorio Lelii, abile speaker che in arte si fa chiamare viC, si prodigherà per regalare agli ascoltatori sonorità piacevoli ed originali particolarmente adatte al periodo estivo.

Non mancheranno le performance dal vivo tutte gratuite che completeranno i pomeriggi con Radio Deejay. Tra gli artisti Raf, Marco Carta e Cesare Cremonini rispettivamente alle 21.00 dell’8, 13 e 15 agosto sempre dal mitico Piazzale Roma.

Chiunque volesse partecipare agli imperdibili eventi di Radio Deejay può rivolgersi agli accoglienti hotel Riccione per trascorrere un confortevole soggiorno nella Perla dell’Adriatico.


Amando Cattolica: Mostra Fotografica di Antonio Barbieri

Un ritratto insolito ed affascinante di Cattolica negli scatti del fotografo Antonio Barbieri in mostra in Piazza 1 Maggio.

Amando Cattolica: Mostra Fotografica di Antonio Barbieri

6 Luglio 2009 - 11:07

Osservare e carpire l’indole di un territorio e dei suoi abitanti attraverso gli elementi presenti in una fotografia potrebbe essere una nuova ed originale concezione del turismo. Una prospettiva diversa per conoscere una località e scrutare attraverso gli occhi di un nativo del posto che amando la sua città ne esibisce gli angoli più significativi .

Amando Cattolica è un’iniziativa nata nel 2005 e dedicata alla vivace località romagnola che intende metterne in luce gli aspetti più intimi e affascinanti utilizzando l’arte e la sensibilità di Antonio Barbieri. Il nuovo progetto, naturale proseguimento del precedente, intitolato “La via dell’Amore e delle Immagini” è visibile in Piazza 1 Maggio.

L’occasione di fare un’escursione per Cattolica attraverso le singolari immagini del fotografo Antonio Barbieri che propone come filo conduttore della rassegna en plein air la vita della marineria e l’importanza che tutte le attività ed i prodotti legati al mare abbiano avuto per lo sviluppo della città.

Una serie di immagini in grado di provocare negli abitanti del posto gradevoli ricordi e tanta curiosità nel visitatore posto di fronte a scorci che non aveva notato durante la sua passeggiata turistica. La mostra è visibile dal 6 giugno 2009 e rimarrà nella bellissima piazza per tutta l’estate e fino al 20 febbraio 2010.

Un’occasione per ammirare momenti irripetibili ma di assoluta bellezza, ricercati dettagli e sorprendenti sfumature che si creano sul mare in alcuni momenti della giornata.

Chiunque volesse avere un assaggio della qualità delle immagini in mostra a Cattolica può visitare il sito www.amandocattolica.com


Palio del Daino: rievocazione storica Mondaino

Il Palio del Daino, la rievocazione storica che si svolge a Mondaino, si terrà dal 20 al 23 agosto.

Palio del Daino: rievocazione storica Mondaino

3 Luglio 2009 - 12:07

Mondaino è un grazioso borgo arroccato su una collina della Media Valconca cinto da robuste mura e sovrastato da una bellissima rocca. Sembra che il nome del paese derivi dal fatto che un tempo in questo territorio pascolassero daini e vi sorgesse un tempio in onore di Diana, la dea della caccia.

Certo è che Mondaino fu un fondamentale punto di riferimento per i Signori dei Malatesta proprio per la sua vicinanza ai confini dei rivali Montefeltro. La storia del borgo riminese è caratterizzata da momenti di grande splendore soprattutto quando fu il letterato Giovanni Muzzarelli a governare la rocca. Periodo che tutt’ora è celebrato con una tradizionale festa, il Palio del Daino, che richiama visitatori dalle vicine provincie e non solo.

E’ un evento da non perdere sia per la fedele ricostruzione del paesaggio di allora sia per gli emozionanti spettacoli che si alternano nelle serate dedicate al palio. Un’affascinante passeggiata tra botteghe di artigianato, di antichi mestieri e di artisti del primo Rinascimento Italiano che dal 20 al 23 agosto diventano il prezioso contorno del Palio del Daino.

Le strade illuminate da fiaccole sono colorate e animate da giocolieri, musici, cantori e trampolieri che invitano ad ammirare le loro singolari esibizioni. O almeno, fino a quando il profumo intenso di antiche ricette non conduce i passanti nelle tipiche osterie dove si serve cibo genuino e ottimo vino. L’ultimo giorno del Palio è riservato all’adrenalinica sfida che coinvolge le quattro contrade che formano il paese.

Nella suggestiva Piazza Maggiore si disegnano le postazioni nelle quali i giocatori (due per ogni contrada) si devono collocare in attesa del segnale che sollecita ad iniziare il gioco. Le regole del palio consistono nello scambio di un testimone da parte dei due giocatori della squadra, mentre, si corre ad occupare una delle postazioni. Naturalmente il giocatore che rimane senza postazione è eliminato ed anche tutta la sua contrada, una sorta di gioco dei quattro cantoni che si amava fare da bambini.

Per conoscere la storia del Palio del Daino e il programma dell’evento nei dettagli visitare il sito www.paliodeldaino.it


Verucchio Festival: rassegna di musica a cura di Ludovico Einaudi

Il Verucchio Festival è un’apprezzata kermesse musicale alla quale partecipano artisti di fama internazionale e di generi diversi.

Verucchio Festival: rassegna di musica a cura di Ludovico Einaudi

1 Luglio 2009 - 12:07

In estate sono organizzate tantissime iniziative musicali un po’ in tutto lo Stivale ma nell’entroterra riminese ne esiste una che vanta una direzione artista d’eccezione, è il Verucchio Festival curato dal grande Ludovico Einaudi.

La formula utilizzata dal brillante compositore e pianista ha riscontrato un enorme successo grazie anche alla suggestiva location in cui si svolgono i concerti e agli artisti di fama internazionale che si esibiscono.

Verucchio è un grazioso borgo e sito archeologico villanoviano che possiede una delle più grandi rocche fortificate del territorio appartenute ai Malatesta. Soprannominata “Rocca del Sasso”, data la sua collocazione dalla quale sovrasta l’intera zona circostante, l’antica struttura diviene un’affascinate cornice per gli spettacoli del Verucchio Festival.

Ludovico Einaudi propone una manifestazione musicale con due appuntamenti ogni sera, il primo si tiene nel sagrato della splendida Chiesa della Collegiata e il secondo negli storici spazi della Rocca Malatestiana. La nuova edizione prevede una serie di esecuzioni musicali imperdibili sia per l’indiscussa bravura degli artisti che per l’originalità del sound che si potrà ascoltare.

Ad inaugurare l’iniziativa, mercoledì 15 luglio alle ore 21.30, è Stefano Bollani compositore e apprezzato pianista jazz che all’inizio della sua carriera ha collaborato con importanti artisti pop come Raf, Jovanotti e Irene Grandi. Segue alle 23.30 circa l’esibizione di Hauschka, pianista affermato e fenomenale sperimentatore, che unisce materiali non convenzionali alle corde del suo strumento provocando nuove ed interessanti sonorità.

Venerdì 17 luglio il palco del Verucchio Festival ha l’onore di ricevere il più grande percussionista indiano, Zakir Hussain, il quale precede l’artista canadese Jason Charles Beck meglio noto come Gonzales. Martedì 21 luglio il jazz di Brad Mehldau, pianista statunitense, nel sagrato della Chiesa della Colleggiata allieterà il pubblico presente che alle 23.30 si trasferirà all’interno della Rocca Malatestiana per ascoltare l’art pop della band inglese degli Sweet Billy Pilgrim.

Attesissima l’esibizione della cantautrice italo – islandese, Emiliana Torrini, mercoledì 22 luglio alle 21.30. Sempre lo stesso giorno, ma qualche ora più tardi, a sorprendere i presenti sarà il talento di uno dei più stimati cantautori americani della nuova generazione Jesse Harris. L’artista ha firmato il celebre brano di Norah Jones “Don’t know how” e in occasione della manifestazione riminese proporrà qualche pezzo del recente album “Feel”.

Finalmente venerdì 24 luglio saranno le ricercate melodie di Ludovico Einaudi a trasportare gli ascoltatori in una magica dimensione che toccherà i confini di diversi stili e culture. Nella Rocca Malatestiana, invece, alle 23.00 circa una giovane jazzista californiana, Pamelia Kurstin che ha collaborato anche con prestigiosi artisti, offrirà il suo sound e porterà con sé il più antico strumento elettronico, il Theremin.

La musica riesce a procurare insolite ma piacevoli emozioni ed il suo linguaggio è in grado di comunicare con le popolazioni di tutto il mondo. Dal 15 al 25 luglio 2009 appassionati ed intenditori troveranno nel Verucchio Festival un contesto interessante ed originale.